usando iphone


Continuando la recensione dell’ultimo nato nella casa delle mele, non si puo’ non parlare di uno degli aspetti rivoluzionari del fenomeno iphone: le applicazioni.

Come già succedere per la piattaforma mobile di Microsoft e Symbian, anche qui si possono installare le applicazioni, che diventano e inventano i motivi per adoperare il sistema (oltre a telefonare e navigare).

Le applicazioni più interessanti sono infatti, proprio quelle che sfruttano le peculiarità dello strumento: linterfaccia multitouch, l’accellerometro, il localizzatore, tra le tante ne ho elette 2 come completamente inutili, ma ottime per far capire ai non addetti ai lavori di cosa si stia parlando:

PhoneSaber

Con questa potrete usare l’iphone come la spada laser di uno jedi :))

Ipint

Con quest’altra potrete stupire gli amici, prima giocando a un semplice giochino, poi a bere una birra virtuale 😉

La rivoluzione introdotta dalla Apple pero’ non si ferma al tipo di tecnologie e di utilizzo, ma anche alla modalità di delivering: sulla scorta del modello di bussiness di iTunes, la Apple ha aperto dei negozi virtuali di software, o meglio di microsoftware, cioe’ di applicazioni per iphone: il negozio è chiamato AppStore.

Il modello sembra davvero molto interessante, molti software free, molti alri a pagamento, ma con prezzi del tutto contenuti, il 70% al di sotto dei 10 Euro, ed il bussiness model prevede che chiunque possa inviare il proprio software a Apple a avere una buona fetta di guadagni sulla vendita.

Fin qui tutto bene, sembra pero’ che il modello abbia le sue falle:

Tutto il software proviene alla Apple che, sola e unica, giudica se il prodotto è degno di stare nell’app store, se viola una delle (decisamente strette) regole del servizio, come già successo, inoltre si sono già lamentati diversi sviluppatori che anno inviato i loro software nella speranza di vederli pubblicati prima dei loro competitors.

Questo ha sicuramente contribuito allo sviluppo di sistemi (non legali) per ovviare a questa e altre limitazioni denominati “pwnage”.

Tra le applicazioni che sto usando maggiormente sicuramente c’è un client per twitter che, oltre al testo di quello che sto facendo, mi fa inserire in modo decisamente agevole, anche una foto e la posizione geografica da dove sto twittando: ho anche fatto un account apposito dove twitto ogni cosa che faccio :)) twittelator lo preferisco a twitterrific

Ma venendo alle applicazioni che davvero mi hanno lasciato sbalordito sono 2 che fanno sostanzialmente la stessa cosa: tu gli fai ascoltare 10 secondi di un brano e loro ti dicono tutto sullo stesso: autore, titotlo albun e anno. Ma la cosa fantastica è che… FUNZIONA DAVVERO!

la prima si chiama Shazam, gli ho dato in pasto musica di tutti i generi… Funziona davvero ed è veloce!

Ma come se non fosse già sufficente il mio sbalordimento, ne arriva un altra: Midomi, il funzionamento è lo stesso, ma oltre a fargli ascoltare un pezzo di brano, puoi addirittura canticchiarglielo o fischiettarlo, lui riconosce il brano… e… FUNZIONa DAVVERO 😀

Oltre a queste che considero “sbalorditive”, c’è anche l’onnipresente Google, con la sua versione mobile di praticamente tta la gamma diprodotti, notevole il google talk e il reader.

Un utile applicazione è il Palrigo, un messenger che aggancia praticamente tutte le reti di messagistica, per restare connesso sempre a a tutto e con tutti.

Una delle cosa che tutti additano come grave mancanza sono gli MMS:personalmente non sento nel modo più asoluto questa mancanza, anzi, considero la tecnologia MMS un surrogato limitato  dell’email, più lento più limitato, più difficile da comporre, da ricevere, non molto diffuso, insomma, una parentesi tecnologica da dimenticare (insieme al WAP).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...