mixed reality: taggare gli oggetti fisici con cyber-informazioni


Avevo già affrontato l’argomento appena comprai l’iphone: era presente un applicazione chiamata NeoReader che funzionava abbastanza bene: mi sono divertito a fare qualche prova, poi me ne ero quasi scordato.

Ora leggo che anche Microsoft ha fatto la sua applicazione (per molti telefoni e persino per i concorrenti android e  iphone), e un bel servizio di distribuzione, quindi mi sono riinteressato all’argomento.

Per chi non conoscesse la cosa si tratta di un importante innovazione, basata su idea tanto semplice quanto efficace: il principio è quello che vediamo tutti i giorni al supermercato e sulla confezione di qualsiasi prodotto commerciale: il codice a Barre (barcode).

Se aplifichiamo la tecnica del barcode, con un metodo sufficentemente aperto e condiviso su larga scala (qr-code), possiamo immaginare che su ogni oggetto fisico potremmo applicare un “codice” che puo ‘ contenere informazioni aggiuntive, tra le quali, un indirizzo (url) internet dove poterne trovare ancora altre.

Basta usare un po di immaginazione, per pensare alla rivoluzione che potrebbe portare questa semplice tecnologia, articoli e video si possono trovare ovunque in rete, ma lo sforzo da fare è essenzialmente trovare l’applicabilità in qualcosa di sufficentemente originale e innovativo, dai quadri di una galleria d’arte ai biblietti da visita.

Ovviamente la diffusione di questi utilizzi sono da verificare, sia da quanti  la comprenderanno  e adotteranno (in giappone pare sia molto diffuso), sia da quanti dispositivi (smartphone) la supporteranno, e sia quale formato/i  diventerà più usato: ho visto diversi applicativi per crearne e per leggerli, persino un estensione per firefox e delle librerie open source per crearne: staremo a vedere cosa succederà…

intanto ho creato una pagina con un po’ di prove.

Per iphone, la miglio applicazione, secondo è me 2Dsense, ma anche beetaggneoreader sono gratuite e funzionanti.

Annunci

One thought on “mixed reality: taggare gli oggetti fisici con cyber-informazioni

  1. Pingback: Anobii aumentato sull’iphone « Blog Archimedico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...