Nella terra di khmer

Eccoci pronti ad un nuovo viaggio, tra 10 giorni prenderò un volo per Bangkok, e da li partirà la mia nuova avventura.
Ultimamente non ho più aggiornato molto il mio blog, ma devo dire che sono anche stato abbastanza distante dalle tecnologie, ovviamente rispetto ai miei standard 🙂
Paradossalmente, il mio ultimo acquisto in ambito tecnologico, l’ipad, ne è una concausa: mi spiego meglio.
In questo momento sto scrivendo con l’ipad appoggiato sulle ginocchia, sul balcone di casa mia, mentre vengo cullato da una piacevolissima serata fresca e ventosa dopo troppi giorni di afa che mi hanno costretto a dormire col ventilatore acceso.
La comodità di questo strumento altamente tecnologico ha , di fatto, ridotto a zero tutte le “distrazioni” che per uno smanettone come me, appaiono nel normale uso di un computer: è il bello del computer.. Ogni malfunzionamento del sistema è un occasione per imparare qualcosa di nuovo!
Non che rinneghi questa pratica, ma troppo spesso mi accorgo che diventa fine a se stessa, e da quando ho la tavoletta con la mela, se lo accendo è perché voglio fare qualcosa, e quando finisco lo spengo!
proprio per questo motivo sono sempre più convinto che l’ipad NON sia affatto uno strumento da geek, ma al contrario un ottimo strumento per quelli che vogliono approcciare alla rete di servizi offerti senza l’onere di dover imparare o gestire la complessità, derivata troppo spesso dall’inerzia, di un normale computer.
Intendiamoci, avrei anche potuto scrivere questo post sul balcone attraverso il portatile, ma sono sicuro che avrei avuto qualche tab del browser aperto su cose diverse, il growl che mi notifica i tweet e mille altre cose, gmail aperto, e al primo problema, che sia il caldo o la batteria, avrei aperto il monitoraggio dove mi sarei perso in qualche parametro di configurazione 🙂
Da quando uso l’ipad sto anche “frequentando” angoli diversi di casa mia, la portabilità è così esaltata che a volte sto guardando un video da YouTube a letto, e continuo a farlo mentre mi alzo, e vado in bagno, lo appoggio e mi lavo i denti!!
oppure ancora lo leggo come un giornale sul tavolo della cucina di fianco alla tazza del caffè.


Sempre dal browser dell’ipad, ieri , ho aperto il nuovo microblog per il viaggio, ho scelto nuovamente la piattaforma Tumblr, come per il viaggio in india dell’anno scorso, dove cercherò di scrivere il mio diario di viaggio.
terradikhmer.tumblr.com.

Ieri ho anche finito di impaginare tutti i contenuti del blog “A mani giunte”, realizzando un libro di 100 pagine circa, aggiungendo riferimenti e foto ai post scritti, il risultato è un libro in formato PDF, scaricabile in licenza CC.

In questa serata ventosa mi vengono in mente le note di una canzone che in questo periodo sento spesso mentre fiducioso osservo la luna sussurrando .. Il vento ci guiderà…

Arrivederci a settembre!!

Inviato da iPad