Galaxy Ace con supporto Thai language


Dopo 3 anni di uso intensivo di iPhone (prima il 3G poi il 3GS), qualche giorno fa ho comprato un nuovo Samsung Galaxy Ace con Android.

Prima dell’acquisto ho fatto molte ricerche su un telefono android con il miglior compromesso tra funzionalità e prezzo, e devo dire che con 240 Euro, il telefono scelto mi ha dato subito diverse soddisfazioni.

Siccome il telefono dovrà andare in regalo ad una ragazza in Thailandia, mi sono subito confrontato con le sue semplici esigenze:

“se mi mandano un numero di telefono via facebook, come lo aggiungo alla mia rubrica?”.

Beh la risposta è semplicissima: col copia/incolla!, peccato che l’app facebook non lo permetta! allora inizio a spiegargli che forse sarebbe meglio farlo da gmail.. peccato che a prima vista, questo non sia possibile 😦

Dopo qualche googolate inizio a spiegarle che deve fare una cosa molto semplice:

-fare inoltra, dopodichè cliccare su “modifica inline”, ed infine, quando il testo appare nella texarea, allora può allenarsi ad usare i polpastrelli per selezionare il testo voluto.

“sempliceeee?” mi chiede lei…

Ma lo scoglio più grosso è la lingua Thai! Il telefono non è provvisto di questi caratteri, e non parlo solo della lingua del telefono o della tastiera, ma anche andando su un sito il lingua thai non si visualizza nessun carattere.

Ed è così che inizio una lunghissima sequenza di operazioni per ovviare a questo limite, che il mio animo Geek crede di superare facilmente!

All’inizio devo dire che mi affascinava esplorare una serie di cose altamente tecnologiche, visto che nell’ultimo anno si era formata della ruggine e i miei primi insuccessi in questo percorso li ho attribuiti anche alla mia “conversione” ad Apple: mi sono detto.. mi sono rammollito!!

Cosi’, in 4 giorni, 5 o 6 ore al giorno mi sono dato anima e corpo alla ricerca della soluzione.

Sul telefono provo con Multilanguage Keyboard, con DroidSans e altri software, ma ben presto capisco che solo roottando il device, oppure refreshando il firware potrò ottenere il mio scopo: ovvero devo invalidare la garanzia, altrimenti niente Thai!

Samsung fornisce un tool che dovrebbe aiutarmi in tutto: Kies, lo scarico, ma purtroppo ho aggiornato da poco il mio Mac a Lion, e l’installer dice che non supporta quel SO. Fortunatamente scopro che basta installare una versione precedente e aggiornarla, perchè solo l’installere non supporta Lion, ma il software gira.

Anche con questa modifica, Kies non vede il mio smartphone.. OK, avvio il mio Wind7 da vmware e installo kies for Win. Anche in questo caso nulla di fatto, ripeto decine di volte la procedura attivando e disattivando l’USB debugging, modificando a mano alcune righe del file vmx e riavviando più volta la mia VM: Niente.

Allora mi dico che la combinazione Lion-Vmware-Win7 crea troppi livelli di problemi, cosi’ accendo il mio vecchio PC… non mi ricordavo di aver estirpato da ormai molto tempo il dual-boot con windows, in favore di una ubuntu al 100%.

Cosi’ installo su ubuntu una VirtualBox, poi subito dopo una VM con WinXp, ma dopo averci installato tutti gli aggiornamenti (Service PAck e .NET), anche questa volta nulla da fare! Provo allora a prendere l’immagine di Win7 dal wmware del MAC e importarla su VirtualBox in Linux: ma dopo diverse ore di attesa.. ancora nulla!

Ecco che in preda alla frustrazione, sono costretto a chiedere in prestito un portatile PC con Win ad un amico, a quel punto posso ottenere i privilegi di root con SuperUserOneClick, dopo aver scaricato i driver del mio device.

Anche dopo il root, dopo aver messo i fonts nella cartella (/system/fonts/DroidSans.ttf) e reebootato un unfinità di volte, il sistema continua a non leggerli!

Mi decido allora a flashare con un altro firmware: scarico Odin e prendo Android 2.3.4 da samfirmware.com:

-dopo 4 giorni di frustrazione, finalmente risco ad avere la lingua Thai nel sistema, e una bella tastiera con tutti i caratteri.

Beh, che dire, ora con la nuova versione di Android (Gingerbread al posto di Froyo), il telefono sembra aver fatto un salto di qualità, il copia/incolla ora è più intuitivo, il market molto più bello, ma mi rimane un po di amaro in bocca.

Chi mi conosce bene sa quanto io sia legato al mondo Open Source e Linux (qualcuno mi ritiene persino un estremista), e non nego di aver ammirato Android da lontano in questi anni, ma ora che ci metto le mani direttamente mi vengono alcuni dubbi.

Tutti proclamano (google in testa) l’apertura di questo sistema, ma allora perchè devo invalidare la garanzia se voglio anche solo fare uno screenshot del telefono?

Devo dire che il profondo geek che è in me prova un fremito a poter lanciare comandi di shell sul mio terminale, ma questo lo avevo già provato col mio iphone diversi anni fa : certo avevo dovuto jailbreakkarlo, ma con Android non è stato diverso!

Per quello che riguarda l’usabilità generale, non posso non dire che iphone è ancora molto avanti, ma soprattutto mi chiedo se un babbano (essere umano non tecnologicamente evoluto) riesca davvero ad usare un telefono android in tutte le sue funzionalità appena acquistato.

Certamente il salto da Froyo a Girgerbread è stato notevole, e in futuro non può che migliorare, le caratteristiche hardware su alcuni modelli sono anche migliori di quelli dell’iphone (vedi gli amoled del galasy S2 o i megapixel della camera), ma allo stato attuale non ho dubbi nel dire che l’ipone continua ad essere, nel complesso, la miglior esperienza con uno smartphone.

Annunci

2 thoughts on “Galaxy Ace con supporto Thai language

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...